Tutte le istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate per la compilazione del Modello RLI in caso si voglia esercitare la registrazione del contratto, la risoluzione del contratto d’affitto oppure si voglia usufruire della cedolare secca. Con il Modello RLI non è solo possibile registrare o comunicare la risoluzione anticipata di un contratto di locazione di un immobile, ma è anche possibile effettuare comunicazione ed usufruire dell’agevolazione fiscale del 10% e del 21% prevista con la cedolare secca.

Questo modello può essere utilizzato per adempiere a tutti gli adempimenti legati alle locazioni.

Istruzioni modello RLI 2020: compilazione e modalità di presentazione

Questo modulo potremmo definirlo un modello unico per le locazioni degli immobili con esso possiamo infatti usufruire della possibilità di:

  • Registrare il contratto di locazione
  • Usufruire della cedolare secca.
  • Risolvere il contratto prima della data di scadenza.
  • Effettuare proroga di un contratto di affitto.
  • Effettuare comunicazione di eventuali subentri o cessioni.
  • Richiesta di revoca della cedolare secca.

Modello RLI 2020: codice tipologia di contratto.

All’interno del modulo è obbligatorio inserire il codice relativo alla tipologia di contratto per il quale viene svolta la comunicazione. Questa informazione andrà inserita nel quadro A ed è fondamentale anche per stabilire il calcolo dell’imposta di registro dovuta.

Come registrare un contratto d’affitto con modello RLI

Il modello è necessario per tutti i canoni d’affitto, se non si vuole effettuare la sua compilazione online potremmo recarci direttamente ad uno degli uffici dell’Agenzia delle entrate presenti sul territorio. Con sé bisognerà portare una determinata tipologia di documenti, ecco quali:

  • 2 copie del contratto di locazione in originale e firmate da entrambe le parti.
  • Il Modello RLI già compilato.
  • Contrassegni telematici per il pagamento dell’imposta di bollo con data non successiva a quella della stipula del contratto. La marca da bollo dovrà essere da 16 euro ed applicata ogni 4 pagine del contratto.
  • La ricevuta del pagamento dell’imposta di registro effettuata con Modello F24, chi usufruisce della cedola secca non dovrà pagare l’imposta di registro, ma è invece tenuto a pagare imposta sostitutiva alle date di scadenza previste per legge.

Dopo aver effettuato richiesta l’Agenzia delle Entrate vi rilascerà una copia del contratto firmata e timbrata con ricevuta della registrazione.

Modello RLI quadro A: Identificazione della tipologia di contratto di locazione

All’interno di questa sezione del modulo andranno inseriti i dati generali identificativi della tipologia di contratto di locazione, vediamo quali troviamo:

  • L1 locazione di un immobile ad uso abitativo con un’imposta di registro pari al 2%.
  • L2 locazione di un immobile ad uso abitativo ma con tassazione agevolata. Imposta al 2% sul 70% del canone.
  • L3 locazione di un immobile abitativo con contratto assoggettato ad IVA l’imposta prevista è di 67 euro.
  • L4 locazione finanziaria di un immobile ad uso abitativo imposta prevista è di 200 euro.
  • S1 locazione di un immobile ad uso diverso da quello abitativo. Imposta al 2%.
  • S2 locazione finanziaria di un immobile strumentale con locatore soggetto ad IVA imposta 1%.
  • S3 locazione finanziaria di immobile ad uso diverso da quello abitativo imposta 200 euro.
  • T1 affitto di fondo rustico imposta 0,50%
  • T2 affitto di fondo rustico agevolato imposta 67 euro.
  • T3 affitto di terreni, aree non edificabili, cave e torbiere imposta al 2%.
  • T4 affitto di terreni edificabili o non edificabili destinati a parcheggi, contratto assoggettato ad IVA, imposta 67 euro.

Modello RLI quadro b

All’interno di questa sezione dovranno essere inseriti i dati sia del locatore che del conduttore dell’immobile. Se ci sono più locatori rispetto al numero di righe a disposizione è bene utilizzare più modelli mantenendo il numero progressivo.

Modello RLI quado c

All’interno di questa sezione invece si dovranno inserire tutti i dati relativi all’immobile.

Modello RLI quadro d

Questo quadro è riservato a chi sceglie di effettuare la revoca della cedolare secca.

Modello RLI per la risoluzione del contratto di affitto.

Anche in questo caso si può effettuare l’invio del modulo per via telematica. Nel caso in cui si tratta di una risoluzione del contratto dovremo apporre il codice 4 della casella degli adempimenti successivi RLI. In presenza del pagamento di un corrispettivo andrà inserita la quota nell’apposito campo e dovrete inserite il codice 7. Sia se è il conduttore o il locatore a voler chiudere anticipatamente il contratto andrà versata un’imposta di registro in misura fissa pari a 67 euro.

Il pagamento è a carico di entrambi le parti anche se in un primo momento l’onere di effettuare il pagamento è a carico del locatario, che potrà poi rivalersi sull’inquino per ricevere la sua quota.